zeldathemes
Damn Baby, smile.
Elisa | 19 | Veneto | Instagram: elisagirella | Kik: ElisaTrento  Ho il filo spinato attorno all'anima e una maschera di ghiaccio che protegge la mia fragilità.   
E non cerco più niente tranne la certezza che tu sei qui con me.
Annalisa.

Quando tutto diventa nero, da che parte ti giri per evitare la tempesta?

Quando tutto viene portato via, quando le cose belle sembrano essere esposte sopra un castello di sabbia che viene distrutto alla prima onda che arriva. Quando noti che la tristezza s’impossessa di te per giorni e la felicità dura solo un secondo. Quando il mondo è appeso ad un filo e sta per crollarti addosso e non sai dove scappare per non farti buttare a terra. Quando ad ogni cosa ci trovi qualcosa di negativo. Quando arriva qualcosa di nuovo e di bello, e pensi solo a quando finirà stavolta; se presto o tardi, se durerà abbastanza per goderselo, se durerà così poco da non riuscire nemmeno a sfiorarti, se ti farà stare ancora così male. Quando la notte ti addormenti piangendo, ti addormenti tardi e lo stomaco ti fa male per il nervoso. Quando la mattina ti svegli e c’hai due occhi rossi che non riesci nemmeno a vedere la luce del sole entrare nella stanza. Quando ti senti senza forze, triste, distrutto internamente. Quando ti senti così, chi vorresti là a salvarti?

Quando la tempesta sta per arrivare, in quale braccia vorresti nasconderti?

Quando tutto inizia a prendere una brutta forma e non ci trovi più nulla di bello neanche nel cielo. Quando ti guardi allo specchio e vedi solo un insieme di sbagli. Quando ogni cosa sembra non avere un senso. Quando te ne resti chiusa in camera tutta la serata, con le cuffie e la musica al volume massimo, e cerchi disperatamente di tranquillizzare i pensieri. Quando ti senti di troppo nella vita di qualcuno, che senti di dovertene andare e non vuoi, non vuoi lasciarla andare. Non vuoi andartene da nessuno, tu. E quando scoppi a piangere, o quando gli occhi stanno per cedere e liberare le lacrime. Quando senti che le gambe tremano e non ti reggono più in piedi. Quando non vuoi legarti a nessuno così che nessuno ti veda debole. Quando non ti lasci prendere per mano da nessuno e non vuoi essere stretta da nessuno. E quando poi però c’hai un maledetto nodo in gola che solo un abbraccio potrebbe sciogliere, da chi ti faresti stringere davvero forte?

Quando la tempesta è passata, e quel qualcuno se ne va, perché non lo rincorri?

Quando poi te ne resti immobile a veder quella persona allontanarsi da te e la sua mano è già troppo lontana per stringerla, e lei è già troppo distante per essere raggiunta. Quando sai che nessuno prenderà il suo posto. Quando niente e nessuno raggiungeranno l’importanza che aveva quel qualcuno per te. Quando piangi mille giorni e mille notti, gli scrivi di restare e non ricevi risposte, e non ricevi notizie, e ti senti persa in te stessa; ti chiudi in te stessa. Quando passi le ore a fissare i suoi messaggi, con quella voglia assurda di sentire la sua voce. Quando tutto quello che ti è rimasto sono magari delle lettere, dei messaggi, delle foto, o delle note audio che ascolti e riascolti interrottamente per notti intere. Quando senti che non sarai più la stessa e che questa volta non riuscirai a superarla, che ti ha segnato dentro, che ti ha lasciato un’impronta troppo indelebile che il tempo non riuscirà nemmeno a sbiadire, e resterà come una ferita che brucerà ogni volta che sentirai il suo nome o vedrai il suo sorriso, o vedrai semplicemente che qualcun altro stringe il tuo tutto. E quando ti maledisci perché non l’hai stretta abbastanza forte a te. Quando senti che è tutta colpa tua e avresti voluto incollarti addosso quella persona in modo che non si allontanasse. Quando poi è troppo tardi e le stagioni cambiano, le ore trascorrono lentamente e lentamente i suoi ricordi ti divorano dentro. Quando capisci di essere stata salvata da quella persona e vorresti solo annegare di nuovo nella tempesta sperando di vedere la sua mano tesa di nuovo verso di te. Quando non vuoi nessuno accanto se non quella persona, quando sei così masochista da non riuscire a vedere oltre lei e ti fa male ma nonostante questo tu continui a cercarla, facendoti sempre più male.
Quando capisci che sei stata salvata da una persona che ora non c’è più e un’altra tempesta sta arrivando, e da sola non riesci proprio a salvarti, chi cercherai? In quale braccia ti nasconderai?.

(non mi fate incazzare, non togliete la fonte.)

Wow.

vieni qui Eli.


?..

Chi mi tiene compagnia?

Se volete contattarmi potrete farlo qui.. :)

Se volete contattarmi potrete farlo qui.. :)

Hai kik? :))

Anonimo

sì.. ElisaTrento :)

Siete stati tutti così bravi a farmi capire che non valgo niente che alla fine me ne sono convinta anche io.
E non è vero che ci si abitua, si è sempre più stanchi, semplicemente.

Bukowski.  (via sorrisidisperati)

Già. Sempre più stanchi di queste fottute mancanze.

(via uncasinoinnamorato)

Diamoci alla lettura.. *-*

Diamoci alla lettura.. *-*

COSA TI FAREI DIOREMADONNA QUANTO SEI BONA.

Anonimo

Ahahahahah

deepinmyboness:

assenzadiemozioni:

"Io ti aspetto".

C’ho un cazzo di peso sul petto.
Quanta forza ci vuole a non arrendersi..

oddio.. che tristezza immensa che m’è venuta. :(

assenze-mai-colmate:

xx

*__*

assenze-mai-colmate:

xx

*__*

Ti senti con qualcuno ora? :)

Anonimo

Posso dire di sì :)

:)

:)